LAURA PAUSINI
Laura Pausini nasce il 16 maggio 1974 a Solarolo (Ravenna).
1993
Partecipa al Festival di Sanremo – Sezione Nuove Proposte con il brano “La Solitudine” e si classifica al 1°posto.
Pubblica l’album “Laura Pausini” (Warner Music), che include “Mi rubi l’anima”, cantata in duetto con Raf. L’album rimane in classifica, nelle prime 10 posizioni, per un anno intero in Italia e prima della fine del ‘93 è già n°1 in Benelux.
1994
Partecipa al Festival di Sanremo – Sezione Big con il brano “Strani Amori” e si classifica al 3°posto.

Pubblica l’album “Laura” (Warner Music).

Pubblica l’album “Laura Pausini” (Warner Music) in spagnolo, un “best of” dei primi due album.
1995
Pubblica l’album “Laura Pausini”, un “best of” per il mercato anglosassone (contiene “Loneliness”, la versione inglese de “La Solitudine”, curata da Tim Rice, già autore di “Evita” e “Jesus Christ Superstar”).
Riceve il premio come Migliore Artista Internazionale al Festivalbar.

Riceve il premio “World Music Award” (European Grammy – Montecarlo) come “Best Selling Italian Artist”.
Riceve il premio “Lo Nuestro” (Miami) come “Cantante Rivelazione di Lingua Latina sul Mercato Americano”.

Riceve il riconoscimento per “il suo contributo alla diffusione della cultura popolare italiana in Spagna” dall’Ambasciatore Italiano in Spagna presso l’Istituto di Cultura italiana a Madrid, per aver venduto oltre un milione di copie risultando la “Best Selling International Artist” di tutti i tempi in Spagna.

Billboard le assegna il 2° posto nella speciale classifica “Rivelazioni Femminili del 1994” (superata solo da Mariah Carey).
1996
Pubblica l’album “Le cose che vivi” (Warner Music), che uscirà anche in spagnolo, “Las cosas que vives” (Warner Music) e che include “Il mondo che vorrei / El mundo che soñé” scritta interamente da Laura per l’Unicef.

Riceve il premio I.F.P.I. “Platinum Europe Award” a Bruxelles.

Nominata ai Grammy latini nella categoria miglior video “Las cosas que vives”.

Nasce il sito ufficiale di Laura Pausini, www.laurapausini.com.
1997
Parte il suo primo tour mondiale “Laura Pausini – World Wide Tour ‘97”.
Si esibisce al Concerto di Natale alla presenza di Papa Giovanni Paolo II.
1998
Pubblica l’album “La mia risposta” (Warner Music) e in contemporanea esce anche la versione spagnola “Mi respuesta” (Warner Music). L’album include anche “Looking for an angel”, scritta per lei da Phil Collins.

In occasione del compleanno di Barbra Streisand, si esibisce cantando “Seamisai”.
1999
Parte il tour mondiale “Laura Pausini – World Tour 1999”.

Partecipa alla colonna sonora del film “Message in a bottle” con Kevin Costner e Paul Newman (Atlantic Records) con il brano “One more time” (scritta per lei da Richard Marx).

Partecipa al “Pavarotti&Friends”, cantando “One more time” e in coppia con Pavarotti “Tu che m’hai preso il cor”.

Esce “Video Collection” (Warner Music Video), vhs contenente tutti i video-clip finora realizzati.
2000
Pubblica l’album “Tra te e il mare / Entre tu y mil mares”, che contiene “Per vivere / Viviré” dedicata ai bambini che Laura ha adottato in Brasile, abbandonati in strada, e che ora vivono nell’educandario “Romao de mattos duarte di Rio”.

Partecipa alla colonna sonora del film “Pokemon 2000: the power of one” (Atlantic Records) con il brano “The extra mile” scritto da Tina Arena e prodotto dai produttori di Christina Aguilera.
2001
Partecipa al Festival di Sanremo in veste di superospite.
Pubblica “The best of Laura Pausini: E ritorno da te” (Warner Music), album realizzato anche in versione spagnola “Lo mejor de Laura Pausini - Volveré junto a ti”, con 2 inediti: “E ritorno da te / Volveré junto a ti” e “Una storia che vale / Dos historias iguales” e versioni ri-arrangiate dei suoi successi (tra cui “Seamisai / Cuando se ama”, cantata con Gilberto Gil).

Duetta con José el Francés nel brano “Dime”, incluso nel “Best of” in Spagna e America Latina e nell’album “Jugando al Amor” del cantautore di flamenco.

Pubblica una versione “platinum” di “The best of Laura Pausini: E ritorno da te” per il Brasile, che contiene anche il brano “Speranza”, sigla in italiano dello sceneggiato “Terra nostra 2: la speranza”.

Inizia il suo tour mondiale “Laura Pausini live 2001 – World Tour”, primo tour nei palasport e arene di tutto il mondo, che registra il tutto esaurito.

Riceve 4 nomination ai Latin Grammy Awards (anche nella categoria “Miglior album pop femminile”).
2002
Duetta con Nek nel brano “Sei solo tu”, incluso nell’album “Le cose da difendere” di Nek, sia nella versione italiana che in quella spagnola “Tan solo tu”.

Esce “Laura Pausini – Live 2001/2002 World Tour”, il primo DVD contenente la registrazione del concerto di Milano del 2 dicembre 2001.
Pubblica in America l’album “From the Inside” (Atlantic Records), preceduto dal singolo “Surrender”, che raggiunge il primo posto nella classifica americana nella categoria dance e club, precedendo artisti come Madonna, Whitney Houston e Justin Timberlake.

Si esibisce in occasione della consegna dei Premi Nobel a Oslo.

Si esibisce a Los Angeles nel concerto di beneficenza per le famiglie dei pompieri scomparsi durante la strage dell’11 settembre a New York con Kevin Spacey e Alejandro Sanz.
2003
Pubblica anche in Europa l’album “From the inside” (Atlantic Records).

Duetta con Céline Dion, Mariah Carey, Gloria Estefan, Ricky Martin, Alejandro Sanz e Shakira in “Todo para ti”, canzone scritta e interpretata da Michael Jackson per le famiglie delle vittime di New York dell’11 settembre.

La canzone “E ritorno da te / Volverè junto a ti” è premiata all’11° “Ascap Latin Award” come “Miglior Pop Ballad del 2002”.

Duetta con Hélène Segara nel brano “On n’oublie jamais rien, on vit avec”, inclusa nell’album “Humaine” della cantante francese.

Partecipa al “Pavarotti&Friends”, cantando “Il mondo che vorrei” e, in coppia con Pavarotti, “Tu che m’hai preso il cor”.

Partecipa alla realizzazione dell’album “Cicciput” degli Elio e le Storie Tese”, nel brano “Pagano”.

È invitata dall’Università Cattolica di Milano ad un incontro-dibattito con gli studenti quale rappresentante positivo della gioventù italiana.
Collabora con “Intervita” di Miami per la campagna a favore dei bambini bisognosi dell’America Latina insieme a Gloria Estefan e Shakira.

Riceve una lettera di ringraziamento da Kofi Annan per aver contribuito alle cause benefiche riconosciute dalle Nazioni Unite.

È testimonial in Francia di “Femmes face au sida”, campagna contro l’Aids organizzata dalla principessa Stephanie di Monaco.

Esce in Sud Africa la compilation “The hit” con i maggiori successi dell’anno, dove Laura compare con “It’s not goodbye” insieme a Seal e Sean Paul.
2004
È testimonial della campagna televisiva di beneficenza per l’adozione a distanza a favore di NPH Italia “Nuestros pequeños hermanos”, con la canzone “Il mondo che vorrei”. Sostiene, come testimone, la raccolta fondi per la lotta contro l’Aids promossa dalla L.i.l.a, aderisce alla campagna di Amnesty International contro la violenza sulle donne e si impegna a favore della campagna sociale per il test HPV delle donne europee. Esce in tutto il mondo l’album “Resta in Ascolto” (Atlantic Records). L’album contiene, tra gli altri, i brani “Vivimi” scritto da Biagio Antonacci, “Benedetta Passione” scritto da Vasco Rossi e “Mi abbandono a te” scritto da Madonna.
2005
Parte il tour mondiale “Laura Pausini – World Tour 2005”.
Aderisce al progetto di Amnesty International “Control Arms”, una campagna a vari livelli sul tema degli armamenti, in particolare quelli cosiddetti “leggeri”.

Partecipa a Roma al “Live 8” dove esegue alcuni brani tra cui “Il mondo che vorrei” e “Tra te e il mare”. Inoltre, duetta con Claudio Baglioni in “Mille giorni di te e di me” e con Renato Zero e lo stesso Baglioni in “I migliori anni della nostra vita”.

Duetta con Sin Bandera nella canzone “Como Tù, como Yo”.

Duetta con Ray Charles nella canzone “Surrender to Love”, contenuta nell’album postumo dell’artista americano “Genius&Friends”.

Duetta con Michael Bublé nella canzone “You’ll never find another love like mine”, registrata al Wiltern Theatre di Los Angeles e contenuta nell’album dell’artista canadese "Caught In The Act".

Riceve il “Premio TourFestivalbar2005” per gli oltre 60 show in tutto il mondo.

Riceve a Los Angeles “El premio de la Gente 2005 / Latin Music Fan Awards” nella categoria “Solista / gruppo femminile dell’anno”.

Riceve a Los Angeles il Latin Grammy Award per l’album “Resta in Ascolto” (versione spagnola) come miglior album pop femminile.

Pubblica “Live in Paris 2005”, cd+dvd. E’ il primo cd live di Laura.
2006
Riceve allo Staples Center di Los Angeles il Grammy Awards per l’album “Resta in ascolto” (versione spagnola) nella categoria “Best Latin Pop Album”. Il premio le vale i pubblici complimenti del Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi che le conferisce il titolo di "commendatore".

Sale sul palco di Sanremo come superospite ed esegue  “She-uguale a Lei”, versione riarrangiata e tradotta dalla stessa Laura Pausini del classico “She” di Charles Aznavour. Il brano, disponibile solo in rete, raggiunge la vetta della classifica Top Download di internet.

Riceve all’American Airlines di Miami il premio “Lo Nuestro”come “Artista Femminile Pop dell’anno”.

Il brano “Viveme” interpretato da Laura Pausini e scritto da Biagio Antonacci riceve a Los Angeles due premi agli ASCAP Latin Music Awards nelle categorie “Miglior Pop/Ballad Song” e “Miglior Sigla di Soap Opera” per la telenovela sudamericana “La Madrastra”.

Si aggiudica un “Billboard Latin Music Awards” nella categoria “Latin Pop Airplay Song of the Year, Female” per “Vivimi” (versione spagnola).

L’estate la vede protagonista del tour americano “Juntos en concierto” insieme a Marc Anthony e Marco Antonio Solis. 20 date sold out nelle principali città degli Stati Uniti, in venue prestigiose come il Madison Square Garden di New York.

Il 10 novembre esce il suo nuovo album dal titolo “Io canto”, anticipato il 13 ottobre dall’omonimo singolo. Nell’album duetta con Tiziano Ferro, Juanes e Johnny Halliday. Il disco esce in 47 paesi e viene pubblicato anche in lingua spagnola, e in Italia è l’album più venduto del 2006.
2007
Riceve una nomination ai premi “Lo Nuestro” come “Artista pop femminile dell’anno”.

Si aggiudica il Telegatto di Platino per l’eccellenza oltre alla statuetta come Miglior Cantante.

Duetta con Miguel Bosé in “Te Amaré”, il brano è inserito nel nuovo album dell’artista spagnolo “Papito”.

Forte dell’incredibile successo ottenuto in tutto il mondo, il 2 giugno si esibisce, prima donna nella storia, di fronte a uno stadio di San Siro gremito in ogni ordine di posto. Canta in italiano, spagnolo, inglese, portoghese e francese.

Duetta con Andrea Bocelli nel brano “Dare to live – Vivere” che viene inserito nel best dell’artista toscano uscito a fine 2007.
Riceve il premio “Best Selling Italian Artist” ai World Music Awards per le vendite di “Io canto”.

A Las Vegas si aggiudica un Latin Grammy Awards nella categoria “Best female pop vocal album” per Io Canto (versione spagnola). Esce il 30 novembre in 47 Paesi il DVD/CD “Laura Pausini - San Sirio 2007”, registrato in occasione del concerto sold-out dello scorso 2 giugno. Dal 27 novembre sarà in tutte le librerie “Fai quello che sei - Io Canto”, un diario esclusivo ricco di immagini che racconta il grande e indimenticabile evento.